venerdì 15 gennaio 2010

perch’io…….giorgio caproni

...perch'io

…perch’io
che nella notte abito solo..
anch’io.. di notte..
strusciando un cerino sul muro..
accendo cauto una candela
bianca..nella mia mente..
apro una vela
timida..nella tenebra….
e il pennino strusciando..che mi scricchiola,
anch’io scrivo e riscrivo
in sienzio e a lungo il pianto che mi bagna la mente

 

9 commenti:

  1. Ciao carissima Loredana non so chosa sia successo, purtroppo ho dovuto cercare ancora il tuo blog, senza volere lo avevo cancellato!
    Un abbraccio forte, Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao lore...sono passata per un saluto e come sempre trovo una poesia che mi emoziona profondamente...Grazie
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ciao Lore molto bello il pensiero... ciao felice nottata. Angelo.

    RispondiElimina
  4. Ciao Lore,
    un abbraccio grande grande...
    tvb

    RispondiElimina
  5. Carissima Lore,
    mi manca molto non riuscire ad essere presente come prima nel tuo blog perchè sei una bella persona e qui da te si respira un aria leggera, calda, ricca di emozioni e sentimenti veri e profondi che sono un balsamo per l'anima come il caffè e le torte che ci offri sempre lo sono per la gola.
    Non conoscevo questi versi...è notte e un uomo si sente solo e chiama la poesia a fargli compagnia con il rumore immaginario del pennino che scrivendo nella sua mente gli fa rivivere la sua sofferenza....
    Spesso quando siamo tristi e soli sono proprio i dolori che ci fanno compagnia......
    Spero che non sia così per te cara Lore e che ora tu stia ritornando a godere della vita.
    Ti abbraccio con sincero affetto e, se torni dalle mie parti, avvisami che il caffè ce lo prendiamo davvero!
    smakkkkkkkkkkkkkkkkk...(con tante k)

    RispondiElimina
  6. carissima past....ti leggo sempre con piacere..lo sai ...e le torte le faccio sempre ..per gli amici...è un periodo non bello questo per me...perchè le ferite faticano a rimarginarsi ..o meglio..perchè durante le feste ..purtroppo ricominciano a sanguinare..nonostante io senta l'amore di chi mi sta accanto..ma andrà sicuramente meglio ...
    e tu?...come stai?...spero che i tuoi problemi siano stati risolti e che ti possa leggere più spesso ..intanto ti mando un abbraccione e un kissssssssssssssssssssssssssss..con tantissime s..
    P.S....in quanto al caffè...non passerò di lì ..per caso.....ci passerò apposta ...rikissssssssss

    RispondiElimina
  7. Loredana, grazie per essere passata per il mio blog salotto, molto meditativo. Ci accomuna la poesia vedo. E' un modo unico per comunicare...privo di finzioni, ma solo carico di emozioni.
    Ciao
    by
    Lilly

    RispondiElimina
  8. grazie a te...di cuore..lore

    RispondiElimina
  9. sembra che in questi giorni il silenzio non ci abbandoni, sarà per via delle feste, sarà che c'è una sorta di dolore latente, una malinconia che pregna ogni cosa... poi c'è il dolore di ognuno di noi, che segna la vita; qualcuno più grave e pesante di altri, che non ci abbandona e con il quale impariamo a convivere... magari attingendo agli appigli che abbiamo dentro di noi, come dici tu, ma anche lasciando che altri ci aiutino ad individuarne di nuovi fuori e dentro di noi. Spero tu possa attingere a piene mani da entrambi!
    Un abbraccio
    GM C

    RispondiElimina