sabato 12 dicembre 2009

l’uomo non vive di solo pane….

"L'uomo non vive di solo pane.
Ha bisogno di luce, di bellezza, di interiorità.

La nostra società si accanisce sul consumo, sul benessere,
e ci rende eleganti eppur volgari, pasciuti eppur vuoti.

Abbiamo perso la capacità di fermarci a contemplare,
di gustare la poesia,
di gioire delle cose semplici e nascoste".

Gianfranco Ravasi

4 commenti:

  1. ma se sei povero e ti manca veramente il pane... secondo me diventi anche cieco.
    Comunque per me è un bisogno e un piacere andar per mostre e camminare in mezzo alla natura. Buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. la povertà è una brutta compagnia..questo è vero ...ma il "povero" diventa cieco.. solo se è veramente povero dentro...
    buonissima domenica a te

    RispondiElimina
  3. Ciao e buon inizio di sttimana Angelo.

    RispondiElimina
  4. io credo ch enessuno dovrebbe trovarsi nella condizione di avere fame, o freddo, o sete...credo che non siamo nati per soffrire così, quello ch eaccade in situazioni estreme come quelle non può essere citato qua,, nel contesto di questo post...
    io credo che ci sia una povertà, una cecità, una grande sete e fame in coloro che non sanno sfamarsi e dissetarsi o ch enon sanno vedere la bellezza intorno a noi, anche quando sembra ch enon ci sia ma invece c'è, anche quando è difficile...ma non impossibile perchè sempre lei c'è
    io ccredo questo
    sicuramente mi sarò spiegata malissimo
    e scusami loro per il discorsONE!
    :)
    bacio
    azzurra

    RispondiElimina